La «Strategia energetica 2050» sostiene l’energia idroelettrica grigionese

0
149

Il 21 maggio 2017 gli aventi diritto di voto svizzeri si esprimeranno sulla «Strategia energetica 2050» (Legge sull’energia). In quanto società energetica con sede nei Grigioni, cantone dell’acqua per eccellenza, Repower sarà particolarmente esposta alle ripercussioni della votazione, motivo per cui si è occupata a fondo del progetto di legge. Sulla base di questa analisi e in seguito a una valutazione dei vantaggi e degli svantaggi, Repower è giunta alla conclusione che la proposta in votazione il 21 maggio è degna di approvazione.

La «Strategia energetica 2050» è il risultato di un complesso processo di formazione dell’opinione pubblica durato diversi anni, a cui ha preso parte anche il settore energetico. Certamente non è stato possibile trovare soluzioni completamente soddisfacenti per tutti i punti. Tuttavia, mettendo a confronto vantaggi e svantaggi, Repower ritiene che i primi prevalgano. In quest’ottica svolgono un ruolo di primo piano soprattutto il riconoscimento dell’importanza dell’energia idroelettrica per un approvvigionamento sicuro ed ecologico della Svizzera, nonché l’adozione di prime misure atte a garantire il mantenimento di questo obiettivo.

Il progetto di legge rispecchia ciò che è politicamente possibile. Se la proposta venisse respinta, da un lato continuerebbe a persistere l’attuale situazione insoddisfacente e dall’altro, alla luce dell’aspro dibattito condotto finora, non sarebbe realistico aspettarsi che venga elaborata una nuova proposta entro un termine utile.

Nell’ambito delle sue possibilità, Repower si impegnerà a garantire un processo di implementazione semplice e senza lungaggini burocratiche e auspica che anche gli uffici federali coinvolti si impegnino in tal senso.


Repower