Continua la promozione dello smercio di bestiame

0
175

Il nuovo sistema di pagamenti diretti previsto dalla politica agricola 2014 – 2017 della Confederazione lascia il settore dell’allevamento integralmente alle leggi del libero mercato, in quanto vengono meno i pagamenti diretti per gli animali.

Il Cantone promuove lo smercio di animali da reddito sostenendo attività pubblicitarie e misure volte a riequilibrare il mercato. L’incarico per l’organizzazione e per lo svolgimento di mercati pubblici del bestiame da macello nonché per la riscossione e il versamento dei ricavi viene conferito alla graubündenVIEH AG.

Per l’anno in corso, a titolo di indennità forfetaria riceve 106 000 franchi. In relazione all’organizzazione di mercati pubblici del bestiame da macello, per bovini viene versato un contributo di 40 franchi per animale e per ovini e caprini un contributo per ciascun capo pari a cinque franchi. Tale sistema, che dipende dalle prestazioni, mira a motivare la graubündenVIEH AG a vendere il numero più elevato possibile di animali attraverso i mercati pubblici. Inoltre, essa gestisce un servizio di trasporto e di presentazione, il che rappresenta un’offerta gradita ed efficiente per aziende che sono situate in zone piuttosto discoste e che non dispongono di un’infrastruttura adeguata.

Come avvenuto finora, per la promozione del mercato di pecore e capre viene concesso un sussidio di presentazione medio di sei franchi per animale venduto. Per ovini che vengono portati nelle valli meridionali per essere venduti nei mercati del bestiame locali in aggiunta viene versato un sussidio per il trasporto pari a quattro franchi per animale. Infine il Cantone concede un contributo di 90 000 franchi destinati all’ammortamento del centro di smercio del bestiame di Cazis. Con tali misure si intendono realizzare condizioni favorevoli allo smercio di bestiame nel Cantone.


Cancelleria dello Stato dei Grigioni

CONDIVIDI