Michela Compagnoni Rada alla guida della SPP: “Eredito una società sana”

0
944

A seguito dell’assemblea del 16 giugno 2017, Michela Compagnoni Rada è stata nominata nuova presidente della Sportiva Palü Poschiavo. Il Bernina ha raccolto le sue prime impressioni alla guida di una delle società sportive più attive della Valposchiavo.

 

Durante l’assemblea annuale numerosi sono stati i ritiri e altrettante le nuove nomine nel comitato. Sembrano prevalere i giovani  innesti, tra cui lei. Si aspettava questa nomina?  L’intento dell’associazione era quello di un ricambio generazionale?
Come in ogni società, prima dell’assemblea ci si ritrova in comitato per decidere sul da farsi. Per la nomina quale presidente, il problema non era la lotta interna tra più pretendenti, ma quello di trovare una persona disposta ad assumersi questo incarico. In quanto sono già attiva come cassiera da 9 anni e conoscendo a fondo la società, ho deciso, con l’appoggio del comitato, di cambiare funzione.

Come in ogni società, il ricambio generazionale è di sempre più difficile attuazione, in quanto sempre meno giovani si impegnano ad assumere una funzione nei vari comitati. Nel nostro caso, abbiamo la fortuna di aver ringiovanito il gruppo.

Quali sono le sue prime impressioni alla guida della SPP?
Di prime impressioni non posso ancora parlare, in quanto l’estate coincide con il periodo di calma per le attività SPP.

Eredita un’associazione in buona salute sotto tutti i punti di vista?  Anche per quanto riguarda la situazione finanziaria?
Posso dirmi soddisfatta del lavoro del mio predecessore e dei membri di comitato che mi hanno lasciato in eredità una società sana sotto tutti i punti di vista. Sicuramente, se il tutto funziona bene, lo si deve anche agli sforzi di tutti quelli che si impegnano nei vari settori, dai monitori agli aiutanti di giornata, ma soprattutto anche a chi decide di svolgere le attività proposte dalla SPP.

Quali sono gli obiettivi che si propone?
Non ho grossi obiettivi, se non quelli di poter continuare ad offrire le varie attività che sono state proposte ad oggi. Da queste righe, mi auguro che molti giovani decidano di dedicarsi ad un’attività sportiva invernale ed ai corsi proposti nei vari gruppi!

Ha già in mente qualche novità?
Al momento preferisco concentrarmi sulla continuità delle attività proposte. Se ci saranno delle belle idee, poi, si potranno pure lanciare delle novità…


A cura di Ivan Falcinella

CONDIVIDI