Scrittori in erba

0
885

Per il secondo anno consecutivo, il Comune di Tovo in Valtellina ha indetto un Concorso di scrittura aperto a tutte le scuole secondarie di primo grado della provincia di Sondrio.

Promotrice e anima del Concorso è stata Roberta Giffalini, assessore alla cultura per il Comune di Tovo, ma anche apprezzata infermiera presso il nostro ospedale San Sisto. E forse proprio questo suo legame con la Valposchiavo l’ha spinta ad allargare il concorso pure alle scuole secondarie di Poschiavo, attribuendogli così di fatto una valenza internazionale!

Tema del Concorso era “Il mondo è a colori”

Purtroppo non sono stati molti gli scrittori in erba che hanno risposto all’invito. Accettare la sfida significava mettersi in gioco, credere un po’ nelle proprie capacità, e sacrificare parte del proprio tempo libero al di fuori della già impegnativa scaletta scolastica. Eppure dodici ragazzi hanno superato questi scogli e hanno inoltrato un testo. Tra questi, tre elaborati provenivano da Poschiavo.

Come ogni concorso che si rispetti, una vera giuria ha valutato i testi e fornito un verdetto finale: domenica 24 settembre, tra le mura suggestive del Castello di Tovo, ha finalmente avuto luogo la premiazione.

Ma prima di svelarvi i vincitori val la pena raccontare la bellezza del posto: il Castello di Bellaguarda andava conquistato, eh sì. Così organizzatori, ragazzi, genitori e giuria, tutti in fila indiana ci si è arrampicati per una quindicina di minuti su per un sentiero tappezzato di ricci di castagne. Il castello ti appare solo all’ultimo momento e davvero stupisce. Una torre medievale domina su muraglie che si aprono verso valle come un ventaglio. Un restauro accurato, terminato nel 2007, ha ridato decoro a quelle mura cresciute in secoli diversi e ora lì ben salde a farsi ammirare.

E’ bello pensare che ormai il castello non serve più a difendere e intimidire ma a contenere cultura. Così, raccolti dentro un giardino murato, i ragazzi con i loro famigliari, malcelavano l’impazienza di sentire il risultato.

Otto in tutto i testi valutati e la giuria, pur sottolineando la preziosità di ogni racconto, ha premiato i tre migliori.

 

Al terzo posto si è distinta una ragazza di Poschiavo, Emma Capelli, con un testo maturo e poetico, davvero bello : “Equilibrio”. Alla consegna del premio (un buono libri) è seguita la lettura ad alta voce del racconto da parte di una lettrice . Ora, un conto è scrivere un testo, un altro sentirselo leggere tra mura medievali in mezzo al silenzio generale. Un’ emozione che Emma si porterà dietro per un po’!

Al secondo posto Simone Moiser , un ragazzo della scuola di Tresenda. Incredulo ha spalancato gli occhi a sentire il suo nome. Con “Piccola storia sbiadita” ha sicuramente stupito anche il pubblico per la particolarità del suo scrivere. Davvero bravo! E al primo posto Corinna Strada della scuola secondaria di Grosio: una ragazzina dagli occhi dolci, che forse non poteva credere di aver vinto ancora. Sì, perché già lo scorso anno si era portata a casa il primo premio! Il suo “La guerra dei colori” rubando le parole della laudatio è un invito a farsi un bagno di umiltà, una bella lezione al nostro mondo adulto.

Da rilevare ancora un quarto premio speciale della giuria per l’originalità del testo andato a un racconto scritto a sei mani da tre ragazze di Poschiavo: Vanessa Rossi, Stefania Crameri e Chiara Passini! Titolo: “Un raggio di luce nella vita di Shady e Alessandro

Un Concorso di piccoli numeri, ma che non si è lasciato mancare nulla: dalla presenza con discorso iniziale del sindaco signor Corrado Canali, all’intrattenimento musicale di Aurora, virtuosa e dolcissima giovane ragazza al pianoforte, dall’introduzione storica al luogo di Alessia, alla lettura di un contributo tenerissimo di Martino, ragazzo disabile che ha così potuto vivere il concorso raccontando i suoi colori.

I colori della sera hanno accompagnato una piccola merenda, qualche foto ufficiale e altre chiacchiere più informali, poi via, tutti giù per il bosco, si torna a casa. Ma dentro le mura del castello resteranno ancora a lungo gli echi dei vostri racconti!

Complimenti a tutti!

Ed eccoli qui questi “tutti”: Martino Sala, Alice Besseghini, Angelica Pruneri, Corinna Strada, Viola Pini, Simone Moiser, Iris Franceschini, Fabiano Rossi, Emma Capelli, Vanessa Rossi, Chiara Passini, Stefania Crameri.


Serena Bonetti

CONDIVIDI