Preventivo 2018: “Situazione finanziaria un po’ meno tesa”

2
1199

Il quinto punto all’ordine del giorno della seduta di Giunta di lunedì 20 novembre è stato l’Approvazione del preventivo 2018, discussione durata 3 ore. La presidente dell’assemblea, Gabriela Menghini Inauen, annunciando 87’000 CHF di utile, ha parlato di “situazione finanziaria un po’ meno tesa rispetto agli anni passati”.

La parola è poi passata al Podestà di Poschiavo Alessandro Della Vedova che ha presentato il punto di vista del Consiglio comunale. Per quanto riguarda il flusso di capitali è stato specificato che: “Il CC prevede di sorvegliare le relative delibere dei lavori garantendo un grado di autofinanziamento di almeno il 67%, corrispondente ad un totale d’investimenti di circa CHF 2’700’000. Questo provocherà un aumento dell’indebitamento pubblico pari a circa CHF 900’000″. Sulla cifra totale degli investimenti, il consigliere comunale Orlando Lardi ha ribadito l’impegno a non superare la cifra stabilita, mentre il Podestà non ha mancato di sottolineare il forte influsso dei costi legati alla sanità: “Non si possono controllare, per via della legge cantonale, e sono sempre in aumento”.

La volontà di abbassare la cifra degli investimenti, da 2,7 a 2,5 milioni di CHF, è stata espressa da Carlo Crameri (PDC). Andata in votazione la proposta ha raccolto solo tre voti favorevoli (Graziano Crameri, PDC, e Reto Capelli, PLD).

Fabio Zanetti (PLD), e sulla stessa linea si è espresso Fulvio Betti (UDC), ha dichiarato di aver valutato positivamente il fatto che il Consiglio comunale abbia recepito le indicazioni della Giunta dell’anno scorso, ossia di abbassare la cifra degli investimenti: “Per questo motivo – ha aggiunto – il PLD non combatterà per tagliare”.

Di diverso avviso è stato il consigliere Reto Capelli che, a più riprese, ha evidenziato una “scarsa volontà di risparmiare”. Alcune sue proposte sono andate in questa direzione, come per esempio un taglio del 5% alle voci macchinari, manutenzione e mezzi, ma non sono mai state accettate dall’assemblea. Un’altra proposta ha riguardato l’abbassamento della consulenza specialistica da 55’000 a 50’000: respinta anche questa dal fronte compatto PDC e Poschiavo Viva.

Alcune considerazioni sono poi state fatte da Fabio Zanetti intorno all’aumento dei costi legati alla gestione della piscina, per la quale è stato chiesto, entro il marzo del 2018, uno studio del Consiglio comunale nel quale vengano riportate eventuali proposte per ridurne il deficit.

Le uniche correzioni al Preventivo 2018 accettate dall’Assemblea hanno riguardato:

  • un azzeramento dei 5’000 CHF destinati all’Acquisto di terreni per rivitalizzazione (7 favorevoli, 7 contrari, 1 astenuto), proposto da Elio Paganini (UDC);
  • il taglio del 10% dei contributi destinati ad istituti privati (8 favorevoli, 5 contrari e 2 astenuti), in particolare associazioni. Il consigliere Arno Marchesi (UDC) ha evidenziato un’incongruità tra preventivo 2017 (81’000 CHF) e preventivo 2018 (90’000 CHF).

Una nota conclusiva merita il progetto Bernina Fly, la cui spesa di 25’000 CHF (una cifra definita “ipotetica”) è stata spostata dal 2017 al 2018. “Il motivo – ha dichiarato Orlando Lardi – è da ricercare nella lunga burocrazia. Difficilmente – ha poi rivelato – se ne parlerà in Giunta nel 2018”.

Il preventivo 2018 è stato infine approvato dai consiglieri di Giunta con 14 voti favorevoli e 1 astenuto (Reto Capelli).


Marco Travaglia

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Informazioni e dettagli molto interessanti, Grazie Caro Reto! E Grazie alla Redazione de Il Bernina per cio’che riesce a pubblicare, dandoci la possibilità di partecipare alla Vita Pubblica (la Nostra, di fatto, che comprende pure la politica).
    Il giorno successivo il consiglio federale concedeva 1,3 miliardi alla comunità europea (regalo, senza alcun ritorno in alcuna forma). A discapito di aiuti alla popolazione svizzera (cultura, invalidità, assicurazione vecchiaia, sostegno alle famiglie, asili nido e altre cose utilissime e intelligenti per le quali si sente ripetere spesso che non ci sono fondi).
    Anche in questa occasione ho postato un breve commento su un sito importante, ricevendo in brevissimo tempo oltre 300 “mi piace/approvo”. Mi pare di percepire che in Valle, siano apprezzati solo commenti favorevoli. Il resto viene bollato come critica e chi è coinvolto si sente subito aggredito. Per farla breve; cio’che sta avvenendo in Giunta mi preoccupa tantissimo. Potrei fregarmene e stare zitto ma, non mi va assolutamente di farmi prendere per i cosidetti fondelli (da nessuno). La vita é bella comunque!; Chi di competenza cerchi di non rendercela difficile…

  2. In 2 ore di discussione abbiamo tagliato
    5000.- . E inoltre con grande sorpresa ridotto da 90’000.- a 80′ 000- il contributo alla cultura. ……. invece la mia proposta era di ridurre le posizioni Mezzi./Materiale e Manutenzioni del 5 percento ma è stata bocciata. 5 percento su circa 2’000’000.- dava un risparmio di 100’000.- con 5 minuti di discussione appunto.

    Invece abbiamo discusso 2 ore per risparmiare 15’000.- ( 10 dalla cultura e 5 dalla posizione acquisto fondi per rivitalizzazione) . Mah …!? e poi finito la Giunta alle 24.50. Buona notte Giunta.:)