Il volontariato: quanto dai non è mai quanto ricevi

0
183

Il volontariato costituisce un’esperienza unica per chi decide di visitare e sostenere i missionari. Questa forma di aiuto forgia il carattere delle persone ed è una vera ricchezza sia per chi dà sia per chi riceve aiuto. Nelle missioni sostenute dall’associazione, i volontari sono sempre i benvenuti. Nel 2017 sono stati circa una ventina coloro che si sono recati nelle missioni in Kenya, Tanzania o Ecuador.

A noi è stata concessa l’opportunità di andare nella missione – assunta da poco dalle missioni cottolenghine – di Flavio Alfaro, nel nord della provincia del Manabì in Ecuador, zona colpita da un devastante terremoto il 16 aprile 2016. Ad attenderci nel nuovissimo aeroporto di Quito, un don Antonio visibilmente felice di riabbracciare i suoi cari. Eravamo in 11: una bella cifra, nonostante il rimpianto di non aver avuto con noi la dodicesima volontaria che ha dovuto rinunciare all’ultimo momento.

La ricostruzione dopo il sisma procede ininterrottamente e molto è già stato fatto. Nella piccola cittadina di Flavio Alfaro sono molti gli edifici che sono stati riattati, tra questi la chiesa, che con la sua semplicità e il suo splendore offre un’accoglienza calorosa. All’ultimazione dell’edificio sacro abbiamo aderito con la posa di una parte del tetto e la sistemazione del tabernacolo. Adiacente alla chiesa si trova la casa parrocchiale che ha già subito molti interventi rilevanti. Qui è dove abbiamo investito la maggior parte della nostra opera di volontariato: ci siamo prodigati nel piastrellare la scala interna e una decina di bagni nella „foresteria“ – così i volontari che desiderano recarsi a Flavio potranno usufruire di spazi accoglienti – e verniciare il nuovo salone parrocchiale nonché sette aule adibite al catechismo, seguito ogni sabato mattina da numerosissimi bambini e ragazzi. Abbiamo poi sistemato l’orto con la posa di una tettoia con funzione di „serra“, creato un pollaio – le galline aumentano sempre di più – e una gabbia per i conigli. E mentre ci si dedica ai lavori il tempo sembra volare lasciando la soddisfazione per quanto realizzato.

L’altro aspetto preponderante del volontariato è l’occasione di entrare in contatto con altre persone, realtà e culture. Abbiamo potuto assaporare dal vivo quanto spesso ci viene raccontato: chi vive in povertà materiale è davvero felice e generoso. Chiacchierare con queste persone e condividere con loro qualche attimo fuggente è un grosso arricchimento. Fuggente, purtroppo, in quanto l’estensione della „parrocchia“ è tale per cui don Antonio non ha davvero il tempo materiale per fermarsi più tempo nelle varie comunità (il territorio conta poco più di 250 chiese e cappelle). Ma quando arriva il „padrecito“ è un momento di festa e la gente converge da ogni dove per partecipare alla celebrazione e trascorrere qualche attimo insieme. Il senso di comunità e l’aiuto vicendevole, in queste zone rurali e discoste, è davvero fenomenale.

Per scoprire di più e vedere qualche immagine vi attendiamo all’assemblea annuale venerdì 2 marzo 2018 alle 20.00 presso il centro parrocchiale a Poschiavo.

Asante sana! Muchas gracias! Grazie mille!

relazione bancaria:
Banca Cantonale Grigioni, 7002 Coira
Clearing-Nr: 774
IBAN: CH72 0077 4010 2779 8210 0


Comitato Pro Missioni Kenia-Tanzania-Ecuador
www.promissioni.ch