Era uno sciatore della nazionale elvetica il giovane morto ieri in parapendio

0
1042
Il grigionese in azione (Keystone) - Immagine da: www.rsi.ch

Lutto nei quadri della nazionale elvetica di sci alpino. È infatti Gian Luca Barandun, 24 anni, il giovane deceduto ieri mattina a Schluein (GR), in Surselva, schiantandosi al suolo col proprio parapendio. Specialista delle discipline veloci e della combinata, il grigionese aveva debuttato in Coppa del Mondo nel gennaio 2017 a Wengen.

Barandun, secondo quanto comunicato ieri dalla polizia cantonale, era partito da Ladir (GR) per un volo di addestramento poco prima delle 11.00. Qualcosa è andato però storto in fase di atterraggio e l’atleta ha impattato violentemente su un prato, morendo sul posto.

La sua migliore performance nel Circo bianco risale al dicembre 2017, quando ottenne il nono posto nella combinata di Bormio. In carriera, è riuscito a entrare nei primi trenta, ottenendo dunque punti per la classifica, in sei occasioni, mentre al livello inferiore, in Coppa Europa, ha vinto il Super G di Sarntal (in Trentino Alto-Adige) lo scorso febbraio.


ATS

CONDIVIDI