Lotta a inquinamento luminoso: premiati due progetti, uno è retico

0
166
Fonte: www.gantrisch.ch

Occorre agire contro l’inquinamento luminoso in Svizzera: due progetti che si impegnano in tal senso – uno, nei Grigioni, più pratico e l’altro maggiormente visionario – hanno ottenuto il premio Elisabeth e Oscar Beugger, che con i suoi 50’000 franchi figura fra i più importanti riconoscimenti nel campo della protezione dell’ambiente.

Agli esseri umani l’illuminazione artificiale apporta comfort e sicurezza, mentre il mondo animale soffre, ricorda Pro Natura – associazione che conferisce il premio su mandato della Fondazione Beugger – in un comunicato odierno.

Gli animali notturni sono notevolmente disturbati dalla luce: il loro raggio d’azione viene limitato e l’offerta di cibo risulta ridotta. Gli uccelli migratori perdono l’orientamento a causa dell’inquinamento luminoso, gli insetti sono attratti dalla luce e muoiono. Questo a sua volta ha ripercussioni sugli animali che si nutrono di insetti, quali ricci, rospi e pipistrelli.

Il primo progetto ricompensato – con 25’000 franchi – è quello relativo all’illuminazione pubblica a Fläsch, comune retico nella regione Landquart. Le autorità hanno ridotto i punti luce, hanno organizzato un sistema di regolazione dell’intensità luminosa e hanno adattato lo spettro della luce emessa. Di queste misure approfittano in particolare i pipistrelli, che hanno bisogno di corridoi scuri per volare verso le loro aree di alimentazione. Stando a Pro Natura l’approccio di Fläsch rappresenta un esempio di come si possano conciliare diverse esigenze, che vanno da un’illuminazione stradale sicura alla protezione delle specie animali, passando per il risparmio energetico.

Il secondo progetto è invece quello portato avanti dal Parco naturale del Gantrisch, a cavallo fra i cantoni di Berna e Friburgo. “Sternenpark Gantrisch” – questo il nome dell’iniziativa – mira ad avvicinare le persone al fenomeno naturale del cielo notturno. In quello che viene promosso come il primo “parco delle stelle” della Svizzera la popolazione viene sensibilizzata su come la fauna e la flora, ma anche la salute, la cultura e lo stile di
vita umani traggano beneficio dall’uso efficiente delle sorgenti luminose. Sono proposte varie misure: quante delle idee saranno effettivamente attuate dipenderà dalla partecipazione delle comunità e della popolazione. Secondo Pro Natura l’approccio lungimirante rende comunque il progetto un modello per altri parchi naturali regionali.


Ats

CONDIVIDI