Bio-Bistrò Semadeni, una fucina di idee

0
855

Il Bio-Bistrò Semadeni è pronto a riaprire l’attività con una serie di eventi all’insegna della novità e della collaborazione. Ad annunciarlo è il gerente del locale, Walter Nadaia, impegnato nella prima metà di novembre a Expovina, la mostra internazionale di Zurigo, che ha avuto luogo a bordo di 12 battelli ancorati di fronte alla Bürkliplatzcon, dedicata al mondo del vino; sono state otre 4’000 le etichette presenti.

In questa importante fiera, Nadaia gestisce la ristorazione da più di 20 anni e, negli ultimi 4, ha il merito di averci portato anche le specialità della Valposchiavo. Attingendo anche a questa importante esperienza, il direttore del Semadeni propone agli interessati, a Poschiavo, una serie di eventi enogastronomici di primo piano.

Walter Nadaia

Si parte il 6, 7 e 8 dicembre con una serata dedicata alla marmotta. In collaborazione con lo chef Marco Moroni del Restaurant White Marmot&Bar, infatti, i clienti del locale del Borgo potranno degustare un ricercato menù che consacra le prelibatezze che la montagna offre nella stagione autunnale. A seguire, dal 14 al 20 dicembre, ci sarà invece la settimana dedicata al gran bollito piemontese.

“Con queste manifestazioni – spiega Walter Nadaia – intendiamo offrire ai valposchiavini e non solo la possibilità di partecipare ad eventi innovativi che hanno lo scopo di offrire degli elementi di novità culinaria durante la stagione invernale”. Una fucina delle idee, insomma, in grado di attivare collaborazioni di un certo livello legate anche al mondo del biologico.

Ed è proprio su quest’ultima peculiarità che il gerente del Semadeni intende porre l’accento, forte dei riscontri positivi avuti a Zurigo durante le due settimane di Expovina. Bio e collaborazione; due ingredienti legati alla Valposchiavo che Nadaia intende utilizzare come impulso per incrementare e valorizzare un turismo enogastronomico dall’alto potenziale, forse ancora non totalmente espresso.


Marco Travaglia

CONDIVIDI