Doppia W 2019, l’Ultra SkyMarathon dai nevai ai vigneti

0
317

Doppia W – l’impegnativa Ultra SkyMarathon transfrontaliera tra la Valtellina (Italia) e la Valposchiavo (Svizzera), eseguita con successo per la prima volta nel 2018, torna in  programma nel 2019 e diventerà una costante nel calendario delle Ultra SkyMarathon. Nel 2019, la gara si svolgerà sabato 8 giugno. Le iscrizioni sono aperte dal primo gennaio 2019.

60 chilometri, circa 4500 metri di dislivello, ripetuto attraversamento del confine italo-svizzero. Sono queste le caratteristiche principali della Doppia W, l’Ultra SkyMarathon transfrontaliera che, attraversando paesaggi mozzafiato, conduce in un certo senso dai nevai ai vigneti. La gara può essere disputata singolarmente (Ultra 60). Esiste però anche la possibilità di gareggiare in staffette di 2 (STF2) o di 3 atleti (STF3). E per chi si accontenta di assaporare l’atmosfera della corsa di montagna senza ambizioni agonistiche, percorrendo gli ultimi 15 km della Doppia W, c’è la manifestazione non competitiva NORDIC.

Percorso molto variato
I punti di partenza e di arrivo della Doppia W sono Poschiavo (Svizzera) e Tirano (Italia). Nel 2018, la gara si è svolta da Tirano a Poschiavo. Quest’anno, invece, sarà al contrario. Come deciso dagli organizzatori, partenza e arrivo saranno invertiti ogni anno. Così, dopo la prima edizione dall’Italia alla Svizzera, quest’anno si correrà dalla Svizzera all’Italia.

Il percorso parte dall’Annunziata, nei pressi di Poschiavo, passa per la Forcola da Sassiglion/il Passo di Malghera sul confine italo-svizzero e la località italiana di Malghera, per poi ritornare in Svizzera dalla Bocchetta di Braga. Poi passa per San Romerio e, costeggiando il lato sinistro della Valposchiavo, raggiunge nuovamente il confine sopra Viano. Da qui il tracciato segue praticamente la linea di confine salendo fino al Pass Portun, per poi scendere passando per Schiazzera, Rogorbello e Baruffini fino all’arrivo nel centro di Tirano. Il punto più alto si trova a circa 2600 m di altitudine, quello più basso a circa 400 m.

La zona di cambio per la staffetta da 2 è a San Romerio, al chilometro 24, mentre per la staffetta da 3 i cambi sono previsti a San Romerio, al chilometro 24, e a Schiazzera, al chilometro 40. La partenza della gara è fissata per le 5.30 dell’8 giugno 2019. I primi atleti dell’Ultra 60 sono attesi all’arrivo dopo circa 7 ore. L’arrivo si trova in Piazza Cavour a Tirano (I), dove ci sarà un tendone, nel quale saranno offerte attrazioni per il pubblico e possibilità di ristoro.

NORDIC ― la non competitiva
La manifestazione non competitiva NORDIC, senza classifica e con partenza alle ore 8.30 da Rogorbello (Comune di Vervio, I), permette ai partecipanti meno ambiziosi un’esperienza sportiva indimenticabile nell’ambito della Doppia W. Il percorso segue gli ultimi 15 chilometri dell’Ultra SkyMarathon fino a Tirano. I dislivelli variano da +500 a -800 m e il tracciato passa in gran parte dai vigneti sopra Tirano.

Le iscrizioni per tutte le categorie sono aperte dal primo di gennaio 2019. Fino al 10 gennaio 2019 vale la tariffa promo. Sono disponibili 300 posti per la Ultra 60 e 50 posti ciascuno per le staffette da 2 e da 3 atleti. Per la NORDIC sono previsti 200 posti. Le condizioni di partecipazione, i regolamenti e le informazioni riguardanti le iscrizioni e le modalità di pagamento sono pubblicati sul sito www.doppiaw.com. Le pagine, disponibili in italiano, tedesco e inglese, sono costantemente aggiornate.

Gli organizzatori della Doppia W sono la Castelraider ASD (Valtellina) e la Sportiva Palü Poschiavo (Valposchiavo), due società sportive molto ben ancorate nella popolazione, che si dedicano allo sport di massa e all’organizzazione di eventi sportivi in Valtellina e in Valposchiavo, prevalentemente per la popolazione locale. Ora, con la Doppia W, propongono una manifestazione di rilevanza internazionale.

CONDIVIDI